DI NEON E TRAMONTI ROSSI CHE SOLO A SAIGON

Finalmente a Saigon. Dopo 3 ore e zero info finalmente il volo per Ho Chi Minh city imbarca i passeggeri. In un’ora arriviamo e il valigoone (senza etichetta che me ne sono scordata) si presenta puntuale sul nastro trasportatore.
L’autista è liche aspetta sorridente e si lamenta della lunga attesa mostrando un sorriso lacunoso: denti 1 si e 2 no.
Mentre atterriamo si vede la finestrino il tramonto più rosso del mondo e da terra si distinguono chiaramente i raggi del sole. Mai visto un effetto cosi.
Percorriamo la città più americana del Vietnam, passando in mezzo a insegne al neon che Time Square si deve preoccupare. Sogno una doccia e la pizza al Pendolasco, il ristorante di Carlo, il console onorario. Dalla mappa sembra vicino al nostro hotel boutique, il Little Saigon, scovato in una guida pubblicata dal Guardian. Però più che un hotel boutique si rivela una pensioncina della vecchia Saigon. Pulitissima ma poco invitante. Forse domani si paga tutto e si cambia.

image

image

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...