UP&DOWN PER NAIROBI

Nairobi si conferma la citta dei grandi contrasti. Non è una vera città, più che altro un insieme disordinato di villaggi di campagna unitisi casualmente perché cresciuti troppo e attraversati da alcune grandi arterie che li collegano in modo, per me, inintellegibile. Langata road e Ngong road ad esempio. È la città più verde del pianeta, attraversata addirittura da una foresta (karura forest) e confinante con una specie pre savana popolata da animali selvatici.
Non si possono perdere i quartieri di Karen, appena un po’ fuori città e Muthaiga e Gigiri. Non è male vivere a Parkland, che confina con Westland, dove si concentra la vita notturna cittadina e dove il venerdi sera, come si dice, si fa brutto. Westland è purtroppo anche il quartiere del sanguinoso attentato terroristico delle scorso anno nel centro commerciale, dove morirono 80 persone. Poi ci sono Ogata Rogai e Downtown che ti riportano subito nell’Africa povera. E poi c’è Kibera. Kibera: hic sunt leones. A kibera non ti ci vuole portare nessuno. È lo slum più grande e povero di Nairobbery.

image

image

image

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...