ORDINARY DAY AND ORDINARY PEOPLE IN NAIROBI

Poche parole per chiudere questa esperienza unica e indimenticabile a Nairobi. Questo viaggio di lavoro è  partito sotto cattivi auspici tra ebola e terrorismo e anche un po’ improvvisato, si è trasformato in un’avventura inaspettata e avvincente. Quando si ha un cuore pieno di sogni e di avventura è  possibile trasformare un tour de force in una quasi vacanza.
La natura è bellissima e questo aiuta. Qui si respira ancora l’aria della vera Africa, dei suoi contrasti, i bianchi sono davvero pochissimi e un po’ di incompresibile curiosità la suscitano, nonostamte la lunga dominazione inglese, conclusa nel 1963 con l’indipendenza del Kenya. A poche centinaia di km si trova Malindi, the Italian village come lo definiscono. E questo stupisce ancor di più.
Per la mia esperienza a Nairobi le persone sono molto gentili e bastano due chiacchiere per aprire un mondo di empatia. Sono stata bene qui. Ciao Nairobi, un po’ mi mancherai.

image

image

image

image

image

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...