LOST IN (PARADISE) CAYO

Un cayo vale l’altro. Son belli tutti. Cayo Largo era paradise lost.  Un micro resort, un micro aeroporto e un micro chiringuito sulla spiaggia. Oggi temo che il turismo abbia fortemente contratto la componente “paradise”.

Via dalla pazza Varadero, a bordo di un velivolo a eliche a ben 12 posti. I sedili fissati un tant al tòc, in compenso il biglietto è costato un investimento di ben 100$, con cui una famiglia cubana avrebbe vissuto un mese. Decisamente tra i meglio spesi della mia vita per un’ora di volo.

La spiaggia bianca, ma così bianca che abbagliava, il sole a picco sul mare turchese e le palme. E anche il vento. E il silenzio. Un silenzio che ho ritrovato solo all’Isola di Sal, a Capoverde. Un viaggio sbagliato, non fosse per la natura violenta.

La giornata è volata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...