E POI ISTANBUL VERSIONE ANNI 2000

Istanbul_istikal

Che Istanbul oggi è ancora più bella. Non mi pare che abbia perso il suo fascino. Restano vive quelle tradizioni che per noi occidentali sono così caratteristiche. Un ricordo dei miei passati viaggi in Turchia è legato alle donne, che si imbarcavano con i voli interni coperte da spessi burka e già dopo il decollo, si erano trasformate in tutt’altre persone. Capelli lucenti, trucco marcato, jeans attillati e tacchi vertiginosi. Griffate che più griffate  difficile. Credo sia un paradosso che notiamo tutti. Questa cosa l’ho notata al contrario, mentre partivo per tornare a Milano, solo 3 anni fa nel mio ultimo viaggio a Costantinopoli. All’aeroporto normalissime ragazze si trasformavano in simil monache e via verso altre mete.

Il primo ricordo che ho di Istanbul, di quella contemporanea, è il fiume di persone che affolla la Istikal Caddesi, in un tardo pomeriggio di marzo.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...