LUNGO LA VIA DELLA TRADIZIONE. ISTANBUL

Istanbul day 2. Scattala vista classica e l’operazione “cabbalistica” dell’attraversamento del Bosforo. A piedi mi dirigo sulla Istikal Caddesi, dove a fatica riesco a tenere il mio passo da Milanese. Un po’ per la folla incredibile che vi passeggia a ogni ora, un po’ per le buche e i lavori in corso. Scendo a piedi fino alla torre di Galata (Galata Kulesi, leggi sempre kulèsci)). 63 metri di altezza, inaugurata nel 1348 in stile romanico. Lì sotto si trovano anche dei negozi di sete, non esattamente a buon prezzo, ma di bella fattura. Sono a metà del percorso. Da qui si finisce per perdersi via nella miriade di viette e vicoletti, in cui qualche acquisto interessante si riesce a fare. Ad esempio il guanto esfoliante e i teli di cotone tradizionali, che si usano per il bagno turco. E metà del mio bagaglio a mano è stato riempito. E poi, carica come uno sherpa, arrivo allo scintillio del Bosforo, un caffè turco, al sole, sferzata dal vento gelato. Avrò la faccia verde, ma chi se importa! lo spettacolo è mozzafiato.

Piccola nota pratica a margine: che poi al ritorno è in salita, quindi meglio segnarsi le strade e i negozi e comperare al ritorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...