LE DUE FACCE DELLO SHOPPING BOLOGNESE

Anche se oggi sono tornata a mani vuotissime, lo shopping bolognese mi regala sempre delle gran soddisfazioni. Lasciando stare le griffe di via Farini e dintorni di piazza Minghetti, Bologna regala ancora negozi originali, con pezzi facili e unici. Si trovano marchi esordienti e pezzi originali. In uno dei miei tour lavorativi avevo scoperto l’outlet di Ancarani.
In via Farini sopravvive ancora una storica legatoria che realizza delle bolognine a righe che mai più senza! Ho notato anche un proliferare di negozi vintage con pezzi di Chanel a Vuitton a prezzi spaventosi, che spuntano qua e là in mezzo ai marchi supercheap dello shopping low cost. E poi c’è Carla G. che di recente ha aperto anche a Milano. E nuova scoperta blocco31. Scarpe. Una volta Bologna era imbattibile. Aveva scarpe molto più ardite di Milano. Non c’era trasferta senza scarpe nuove. Ho buttato di recente – per sopraggiunti limiti di età – le mie ballerine animalier in cavallino, prese in via Indipendenza 100 anni fa. E le ciabattine rosa cipria con applicazioni floreali molto flower power.

image

image

image

image

Annunci

2 pensieri su “LE DUE FACCE DELLO SHOPPING BOLOGNESE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...