RAVENNA E BISANZIO E IL MOSAICO

Capitale dell’Impero romano d’Occidente Ravenna presenta delle similitudini impensabili con Istanbul., che non ci si crede. Eppure invece in fondo è ovvio erano le due capitali di uno stesso impero. Ad esempio a Ravenna e Istanbul ci sono due Chiese gemelle. San Vitale e Aghia Sofia. Non l’avevo mica notato. Stessa pianta delle basiliche, ma dimensioni molto diverse. Aghia Sofia è molto più grande e imponente. La storia di San Vitale, tuttavia è più tormentata per via della subsidenza di Ravenna. La Chiesa nel corso dei secoli è sprofondata di alcuni metri e sono stati necessari interventi lunghi e onerosi per salvarne i mosaici. È l’unica Chiesa ravennate per non è stato possibile rialzare i pavimenti, per via della struttura. Per staccare i mosaici si procede passandoci sopra del collante, attaccandovi una garza e procedendo strappare letteralmente il mosaico, che rimane incollato alla garza. Il restauro prevede che si ripulisca il retro dalla vecchia malta. Una volta messo in sicurezza il pavimenti, si procede a stendere nuova malta e a riposizionare il mosaico. Una volta che la malta è asciutta, si stacca con delicatezza la garza e il gioco è fatto. Il mosaico è realizzato con pasta di vetro colorato con polveri, ad esempio di piombo per il nero, in caso si debba conferire luce e trasparenza. Si usano tessere si marmo per fornire opacità invece.
image

image

image

image

image

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...