TRIANA E I CERAMISTI DI SIVIGLIA

 

Il barrio di Triana si trova sulla sponda opposta del Guadalquivir, rispetto al centro della città, cioè su quella occidentale. Questo quartiere ha origini antichissime che si perdono nella mitologia romana. Prende infatti il nome da Traiano.

E’ tradizionalmente un quartiere di arti e mestieri, di operai, marinai e ceramisti. Tutt’oggi sopravvivono ancora molte botteghe artigiane tradizionali, che fabbricano ceramiche con metodi artigianali, tra cui segnalo la storica Ceramica Santa Ana, che risale al 1870. Nonostante ci sia andata nel giorno sbagliato, sono riuscita ugualmente a procurarmi alcuni pezzi fatti a mano, che campeggiano nella mia micro cucina, a fare da appoggio a pentole o vasi o per “arredare” una tavola semplice.

Impossibile arrivare a Triana senza attraversare a piedi l’ottocentesco ponte in ferro (Puente Isabel II), realizzato a metà del secolo da architetti francesi,  per sostituire il ponte di barche. Tutta la vita del barrio si svolge nelle zone limitrofe del ponte, da cui si dipartono i vicoli bianchi animati da locali (Calle Betis è la più celebre) negozi e piccole chiesette. Alzando un poco lo sguardo si potranno notare le caratteristiche abitazioni tradizionali del quartiere con i balconi in ferro.

Prima di andarsene, non perderei uno spuntino sfizioso. Proprio a due passi dal ponte di Triana, si trova il Kiosko de las flores, una famosissima e imperdibile friggitoria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...