AJMAN MINI TOUR

Il caldo è insopportabile. Non c’è altro da dire. Alle 13 il termometro tocca puntualmente i 44 o 45 gradi. Insesorabile. Nemmeno la spiaggia è agibile. Il vento si fa desiderare e l’acqua del mare tocca i 32 gradi. Come il bagno caldo di casa. Ciò detto, essere a mollo nello specchio di acqua del Golfo Persico, per me è più suggestivo di un week end a Chiavari, che pure io adoro. La tentazione di mettere la testa fuori dal resort dell’emirato più sicuro al mondo è forte, ma forte. L’Ajman Sarah, come si conviene a un hotel di lusso, organizza mini tour con uno shuttle gratuito. Amman city, Deira, Sharyah, Dubai. Provo il mini tour al museo di Amman, main e unica attraction locale. Ore 11.00 partenza in mini bus mercedes con autista. Stop davanti al fortino che ospita il museo. L’autista paga anche il fee di ingresso. Sole a picco. Zero acqua, niente cappello. Proprio una parvenue. Ogni stanza del fortino ospita una scena di vita tradizionale, alcuni reperti archeologici e due antiche edizioni del Corano, vergate in oro. Il tutto in aria condizionata a palla. Quello che uccide è il passaggio esterno da una all’altra. E poi l’attesa dell’autista. Rientro in hotel. Acqua, mix di magnesio e potassio. Doccia e recanti al fresco fino a cena. Ne è valsa la pena, ma ho quasi rischiato di farmi seppellire nel deserto. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...