COUNTRYLIFE IN ALTO SALENTO

Per staccare dalla routine “solo mare” la seconda parte di agosto l’ho passata in Puglia, in Alto Salento, ma ho scelto l’opzione campagna. Approfittando della scelta di vita del mio fidanzato, che nel suo terreno produce olio evo, pomodori da salsa, peperoncini, barattiere e melanzane, ho provato l’ebbrezza della vita agreste. Il relax è assicurato, si vive praticamenete sempre all’esterno, si mangia ció che produce l’orto e si gode anche dell’escursione termica serale, che s fine agosto, significa cachemirino dopo cena. La vita scorre lenta in campagna e il mio fidanzato dice sempre che si vivono tre vite in una, perchè oltre alla campagna, in pochi minuti di macchina di arriva sulle spiagge di Specchiolla, Torre Guaceto e Apani e poi si può andare a cena in deliziosi paesini barocchi come Ostuni o Ceglie Messapica.

Annunci

02. OLIO PUGLIESE DEL MILANESE.

La passione per la terra dà sempre buoni frutti.

Si ok era un claim pubblicitario di qualche anno fa e anche uno dei più retorici. Ma nella retorica c’è anche un fondo di verità. Senza la cura e la passione non si ottiene niente. C’è una storia di passione nella piccola e curata produzione di olio ZERODUE  (si proprio il prefisso di Milano) di Fabrizio Sansoni professione food designer e private chef.
In barba all’annata non felice per i produttori di olio, ZERODUE è già disponibile.

Per gli inguaribili curiosi e i fans dell’olio non trattato, contattatemi vi darò i riferimenti del proprietario.

LogoFS                        etichetta olio_nera

etichetta olio_bianca               latta olio

 

image

image

 

DI UN TERRENO, DI ULIVI E DI UN SOGNO DI MEZZA ESTATE. PUGLIA

La Puglia. L’ho sempre sottovalutata. Chissà perché; ma non aveva mai esercitato su di me un’attrazione fatale. Ma come spesso accade, quando un posto lo vivi con chi lo conosce nel profondo e lo ama, finisci per farti coinvolgere in modo inaspettato.
Capita un paio di estati fa che avessi qualche giorno di ferie arretrate cosi mi son decisa a raggiungere mia sorella in alto Salento. Un amico aveva da poco acquistato un magnifico uliveto secolare e ristrutturato una piccola lamia a pochi km dalla riserva naturale di Torre Guaceto. E qui comincia l’avventura.