INTERNO. ORO. È BUDAPEST BABY.

Interni opulenti, legni scuri, oro e stucchi. L’iperbolico fasto del passato. Oggi il contrasto con il ricco passato si nota meno. Budapest è una città mittleuropea, dove tutti parlano inglese con sicurezza e dove tutti sono gentili. Ti fa sentire a casa. Per mia natura, chissà poi perché, forse per la lingua, non mi sono mai sentita del tutto a mio agio nei paesi del centro Europa, in Austria o in Germania, senza nulla togliere alla bellezza dei luoghi. Ecco Budapest questa impressione non me l’ha fatta. Oggi la ricchezza architettonica del passato mi comunica ricchezza culturale. Budapest, io ti ho amata.

image

image

image

image

image

image

image

image