PORTO SANTO IN PILLOLE DI RO.&RO.

Rossana e Roberta, due amiche d’infanzia in viaggio. Le ho incontrate appena arrivata. Abituate a viaggi mozzafiato come la Giordania e la Thailandia, abbastanza giovani da aver voglia di una vita, anche dopo il tramonto, ipercinetiche quanto basta, da non voler perdere un panorama, uno scorcio, una passeggiata.

Insieme siamo state a Madeira e poi abbiamo fatto il giro di Porto Santo. Non paghe delle scarpinate in spiaggia, hanno deciso di andare alla scoperta della vita notturna e non, nascoste dell’isola di Porto Santo.

Ecco cosa hanno scoperto.

PRAIA DO ZIMBRALINHO
Si arriva da una sterrata venendo da Poco de Flores. La.macchina si lascia all’inizio di un sentiero panoramico a picco sul mare. Persone presenti ben 10. Acqua stupenda, di sassi.

TASKAKI lounge bar in Vila Baleira, gestito da ragazzi giovanissimi. Bella musica con dj set e simil bacardi breezer.
image

image
image

Foto di Rossana Dal Molin

image

image

image

image

image

image

image

image

Annunci

RAVENNA TRA SPROFONDAMENTO E IMPERO ROMANO D’OCCIDENTE.

Ravenna. No dico Ravenna. Chi onestamente darebbe due lire a questa città, così senza esserci mai stato? Che poi io sì che ci ero stata, alle medie credo…. ma non mi ricordavo proprio un bel niente. Tra situazione geografica, geologica, storia e architettura, dovrebbe essere più famosa di Parigi!
E poi ci sono i negozi di via Cavour, molto in stile alto-romagnolo, vale a dire belli, con capi griffati…ma sempre con quel “troppo” romagnolo. Il punto è quali capi griffati e come sono accostati. Romagna style appunto. Sempre un po’ troppo, per i canoni milanesi. Ma poi quando sei lì compreresti tutto….e vaffambagno al minimalismo. Chiudo con i locali. Aperitivi a nastro nelle viette pedonali. A cena sono stata a Ca’ de Ven. Piada e squacquerone a nastro. Ma ci sono anche piatti della tradizione bolognese. Strapieno.

image

image

image

image

image

image

image

CUCINA. ISTANBUL

pasticceria

Sono vegetariana, non amo i dolci. Houston abbiamo un problema. In effetti la cucina turca è Kebap, Doner kebap e dolci. Tuttavia non sono osservante ortodossa, quindi ho assaggiato il kebap classico, con la verdura.

La Istikal Caddesi e Beyoglu sono le zone a maggior concentrazione di locali notturni, ristorantini e vari posti che davvero fanno vedere la faccia internazionale di Istanbul. In fondo alla Istikal, andando verso la torre di Galata, ho cenato in un localino tradizionale, in una sorta di galleria coperta. Sul lato opposto della strada c’è un altro ristorante, il 360. E’ al 360 della Istikal, appunto. Ho fatto una gran fatica a trovarlo, percorrendo la strada su e giù. Poi ho notato che stava al terzo piano di un palazzo. Quindi guardate in alto. E’ pieno di terrazze e posti nascosti.

9 OCTOBER UTCA BUDAPEST

Quartiere pieno di localini e bistrot la zona lungo la via 9 ottobre. Ce n’è per tutti i gusti, dagli aperitivi, ai ristoranti italiani, fino ai gastro bistrot ungheresi. Sicuramente la zona di Pest a più alta concentrazione di bei posticini. Insomma il posto giusto per i miei gusti. Mi è sempre piaciuto trascinarmi pigramente da un locale all’altro. Se sono walking distance, per me il divertimento è assicurato. Mi ricorda il milanesissimo giro dei locali degli anni ’90. Quello dei tempi dell’università in cui si era liberi al 200%.

image

image

image

image

image

DI NUOVO ALL’ISOLA. LES POMMES

Mattinata tra amiche. Alla fine il week end a Milano mi sta piacendo. Anche il 1°novembre. Una sosta a Les pommes. Un caffè e uova alla Benedectine, che sono le mie preferite. Purtroppo a les pommes servono una versione light, senza la salsa olandese. Quindi uova in camicia in verità. In compenso la location è stupenda. Gran lavoro degli architetti. Pareti girgio antracite, cucina a vista e strutture in bronzo di sostegno con libri e luci. Mi ricordano i pezzi di Emiliano Salci. Forse sono sue.
Quello che trovo di gran cultura in questo posto è il menù declinato per le diverse ore della giornata: dalle 7 alle 11 colazione, poi menù brunch o lunch. Insomma le pietanze giuste nelle ore giuste. E i tre soci, due ragazze e un ragazzo, davvero carini e gentili. Mi è piaciuto molto.

image

image
image

image

image