NATALE IN CASA CUPIELLO.

Il mio titolo è una citazione in tanti sensi. Un po’ non è Natale senza rivedere per la 47esima volta la commedia di Eduardo. Eh si, sebbene sia più milanese del risotto giallo, Natale in casa Cupiello resta un must del mio Natale e poi la persona in questo momento a me più vicina definisce così la propria famiglia. Una strana coincidenza della vita. Un segno del destino, direi io. La mia famiglia è ormai a ranghi ridotti. Restiamo mia sorella, mia mamma e il mio fantastico nipotastro. E i nostri due cani. Non è il numero che fa la famiglia, ma percorrere lo straordinaio viaggio della nostra vita insieme. Sempre, nel bene e nel male.

image

image

image

image

image