STOCCOLMA AL FRESENIUS HOTEL

Natale è il priodo dell’anno che amo di più. Quello che mi fa sempre svegliare felice anche se il cielo è grigio. Ci sono le luci, quell’atmosfera festosa, i locali pieni e le feste con amici e conoscenti. E lo shopping. Poi c’è lo shopping. Il periodo prenatalizio per me è andare nel nord, al freddo, dove le tradizioni natalizie sono resistenti.

Quest’anno è Stoccolma. Viaggio comperato a due soldi a fine settembre, l’ho poi pagato con un hitel costosissimo, mio malgrado. Però posizione fantastica a Gamla Stan, il quartiere medioevale e affacciato sul mare. Ho scelto il First Fresenius. Ne è valsa la pena. La struttura è calda e accogliente, con un breakfast di ottima qualità. La camera molto spaziosa e ben arredata, con due grandi finestre e in bagno molto grande. Immancabile la poltroncina rivestita di colone a quadretti bianco e rosso.

Annunci

MI AMI MIAMI

E l’inverno (alla buon’ora) sta arrivando. Natale con gli sci d’acqua non mi piace, ma gennaio si! Tra i vari posti papabili per scaldarsi le ossa a metà inverno, resta l’intramontabile Miami. Lo so che è infestata dai calciatori e dalle veline… però – non so perché – forse solo mi piace quell’atmosfera un po’ swing. L’unico dettaglio è forse che svernare a South beach è per ricchi. Il mio periodo preferito resta indiscutibilmente inizio maggio. Lontano dalla settimana pazza di primavera degli studenti Usa, ma con un clima a dir poco perfetto. Non oltre 28 gradi, vento e poca umidità. E il cielo terso, cosa che in estate capita molto poco. E soprattutto cosa non trascurabile, a maggio si fa una settimana (viaggio incluso) con 800 euro, volo e hotel boutique vicino alla spiaggia di Southbeach, Art Deco district.

outfit

miami spiaggia di Southbeach

E LA NOTTE DI NATALE. MILANO

Come ogni anno da tradizione faccio una passeggiata nel quadrilatero a vedere le vetrine di Natale e l’albero in Duomo e gli addobbi sotto l’ottagono. Ogni anno mi sembra sempre più sottotono. E penso a Londra l’ultimo week end prima di Natale. Un’altra tradizione di famiglia, l’ultimo shopping sfrenato, la corsa agli ultimi regalini e le sorprese a Londra. Comunque anche a Milano qualche angolo che fa sognare si trova. Poi di corsa a casa a preparare la tavola per la cena della vigilia. E  allora buon Natale!

image

image

image

image

image

RUSSIANS IN … MILAN

Alla fine il countdown a Natale è iniziato anche quest’anno. Spero in un po’ di luminarie che scaldino l’atmosfera. certo la stazione economica non rallegra nessuno, ma Milano è ogni anno di più una meta del turismo dello shopping di lusso. Insomma Russians in Afghanistan (cit.) è roba di altri tempi, che giusto Billy Joel. Oggi i Russi son tutti a Milano. E non solo i Russi. Quindi insomma un’occasione per la nostra economia. Ci starebbero bene un po’ di luci e una bella atmosfera per completare il sogno. Intanto per me delle romantiche passeggiate sotto la pioggia a guardare le vetrine, mi rendono più felice che svaligiare i negozi. Mi piace scegliere, con calma. E mi piace desiderare.
image

image

image

MILANO, ASPETTANDO NATALE

Utlimo week end di Novembre, in una Milano piovosa ma mite. Una passeggiata in centro non si nega neanche ai condannati.
Prima una visita a Palazzo Serbelloni per la mostra di Louis Vuitton, che mostra a parte, merita una visita per quanto è bello. Poi in giro per Montenapoleone mentre stanno addobbando le strade e preparando le cetrine natalizie. È cosi romantico questo periodo dell’anno. Il mio preferito forse. Lo scorso anno per vicende personali non me lo sono per niente goduto. Quest’anno è tutto diverso. Voglio vivere ogni minuto fino in fondo. E mi sono anche regalata una borsa di Valentino, così di buon auspicio.